Proteggi il tuo brand (e i tuoi clienti)

DifendersiOgni giorno chi cerca il tuo hotel su google finisce in pasto alle OTA

Cosa puoi fare per smettere di PAGARE commissioni sui TUOI clienti?

Per introdurre l’argomento di cui ti voglio parlare oggi ho deciso di cominciare con un esempio pratico che può aiutarti ad inquadrare più velocemente il problema.

Immagina un cliente che arriva nella tua città ed è interessato al tuo hotel perchè un amico gliene ha parlato bene. Diciamo che il nostro cliente ha deciso di partire all’ultimo momento e non ha chiamato per prenotare.

Una volta arrivato in città da un occhiata alle indicazioni stradali e le segue fino alla meta. Il problema è che non arriva al tuo hotel, ma all’ufficio dell’agenzia viaggi locale che si è comprata le insegne con il nome del tuo hotel per attirare i clienti che lo cercano.

Che effetto ti farebbe? Sono sicuro che ti arrabbieresti a morte e chiameresti subito sindaco, carabinieri, vigili urbani e pompieri pur di risolvere la questione.

Se pensi che l’esempio che ti ho appena fatto sia assurdo ti consiglio di  continuare a leggere perchè potresti scoprire che la cosa sta capitando anche a te ogni giorno da chissà quanto tempo..

Ora trasportiamo l’esempio dalla strada a internet e vediamo cosa succede..

Vai su google e digita il nome del tuo hotel.. Qual’è il primo risultato che esce? Come, come? booking.com? Un agenzia? Quindi mi stai dicendo che se un cliente cerca proprio il nome del tuo hotel il primo link che incontra è quello di un agenzia??

Si, lo so che mi stai odiando ma alla fine sono meglio io che ti faccio notare un problema.. o quei “superconsulenti” che passano più tempo a recitare a memoria tutti i nomi “degli alberghi con cui hanno collaborato” che a darti consigli utili?

Non preoccuparti comunque, tra qualche riga ti darò gratis anche la soluzione..

Ti stai chiedendo perchè lo faccio?

Primo perchè i superconsulenti di cui sopra mi stanno antipatici, secondo perchè il mio lavoro è un altro, vendere software gestionali per hotel, ma mi piace essere informato su ogni aspetto di gestione per aiutare gli albergatori a sfruttare al meglio la tecnologia.

 Come nasce il problema

Ora veniamo alle cose serie; prima di scrivere questo articolo ho digitato su google il nome di 10 hotel a caso tra i miei clienti e 10 volte su 10 è apparso booking.com come primo risultato. E’ importante precisare che questo accade solo se l’hotel in questione è iscritto a questa o quella agenzia..

Tutto dipende dal pay per click: questi colossi delle prenotazioni on-line sono i maggiori inserzionisti mondiali di google. Questo significa che ogni anno pagano decine di milioni di dollari per essere ai primi posti nelle ricerche strategicamente più importanti per la loro attività. Infatti, se digiti “hotel + nome città a caso” 10 volte su 10 atterri sul sito di una delle OTA principali.

E’ un circolo virtuoso (per loro) che cresce sempre di più. Spendono per essere ai primi posti, ricevono sempre più prenotazioni, incassano sempre più commissioni e hanno sempre più soldi da spendere per consolidare la loro posizione.

Così, negli ultimi anni, oltre all’annuncio per la ricerca generica di località hanno iniziato a pubblicizzare anche il brand name dei singoli hotel iscritti.

Abc risultati google

In molti dei nuovi contratti che fanno firmare agli albergatori esiste anche una clausola precisa per questa attività:

“agenzia xxxx ed i sui affiliati hanno il diritto, per scopi promozionali, di merchandise e di recezione delle prenotazioni, di utilizzare il nome, il logo, i marchi dell’hotel e le foto del sito web.”

Come risolvere il problema

Come promesso ora ti svelo la soluzione che ti permette di risolvere il problema abbastanza velocemente. Per prima cosa devi registrare il marchio del tuo hotel (esistono agenzie specializzate che possono gestire la pratica in una settimana con poche centinaia di euro). Una volta registrato il marchio ti basta seguire le istruzioni qui sotto in base alla situazione in cui ti trovi:

1) Se devi stipulare nuovi contratti puoi chiedere esplicitamente di rimuovere la clausola perchè non è in accordo con l’articolo 1 delle “fair practices” in merito alla distribuzione online dalla European Association of Hotels.

2) Se  hai già firmato il contratto con tutte le OTA con cui intendi lavorare, puoi inoltrare una richiesta via mail dove richiedi interrompere la pubblicazione di annunci di google adwords per ricerche che utilizzano il nome del tuo hotel.

3) Se la richiesta non dovesse essere accolta puoi rivolgerti direttamente a google.

Attenzione: ci tengo a precisare che le OTA sono partner preziosissimi perchè rappresentano una fonte inesauribile di prenotazioni quindi il mio consiglio è di contattare prima il tuo referente facendo una richiesta formale.

Se la risposta fosse negativa sappi che google è dalla tua parte:

“Google riconosce l’importanza dei marchi. In base a quanto stabilito dai Termini e condizioni di AdWords è vietato agli inserzionisti violare i diritti di proprietà intellettuale. Gli inserzionisti sono responsabili delle parole chiave scelte per attivare i propri annunci, così come del testo che scelgono di utilizzare in tali annunci.”

ma sappi anche che:

“Google è particolarmente sensibile al problema delle violazioni dei marchi e, a titolo di cortesia, esamina ogni caso segnalato dai proprietari dei marchi. Tuttavia, poiché Google non è nella posizione di agire come arbitro in una disputa tra terzi, invita i proprietari di marchi a risolvere eventuali controversie direttamente con gli inserzionisti, in particolare perché questi ultimi potrebbero utilizzare il marchio in questione in annunci simili, pubblicati con programmi pubblicitari di altre società.”

In ogni caso, se con “le buone” non ottieni niente, per interrompere la pubblicazione di annunci con il nome del tuo hotel, puoi presentare un reclamo a google compilando l’apposito modulo.

Mentre lo compili fai attenzione ad inserire il tuo ID di google adwords in modo che almeno tu, o il tuo consulente di web marketing, possa continuare a fare pay per click usando il nome del tuo hotel.

Se ti è piaciuto l’articolo di oggi e pensi che possa essere utile ad un amico o un collega clicca su mi piace e condividi, se cerchi un software per aumentare le prenotazioni dal tuo sito e qualcuno che sappia darti i giusti consigli per farlo clicca qui per studiare insieme il tuo caso.

come proteggere brand hotel dalle ota

 come difendere il nome del tuo hotel su google

Nato a Rimini da una famiglia di albergatori, sono appassionato di sport, viaggi e tutto ciò che riguarda il marketing. Aiuto gli hotel ad ottimizzare l’organizzazione e incrementare il fatturato attraverso il software gestionale. Negli anni ho seguito personalmente lo sviluppo di oltre 200 hotel in Italia e all’estero

VUOI OTTENERE IL MASSIMO DAL TUO HOTEL?

Scarica ORA le risorse GRATUITE!

Inserisci un tuo indirizzo valido e scoprirai nelle prossime puntate:

  • Come gestire i prezzi delle camere
  • Quali software ti servono per vendere di più
  • Perchè Instagram è uno strumento perfetto per il marketing del tuo hotel

VUOI OTTENERE IL MASSIMO DAL TUO HOTEL?

Scarica ORA le risorse GRATUITE!

Inserisci un tuo indirizzo valido e scoprirai nelle prossime puntate:

  • Come gestire i prezzi delle camere
  • Quali software ti servono per vendere di più
  • Perchè Instagram è uno strumento perfetto per il marketing del tuo hotel