Disintermediare Archive

Tutti contro Booking Kong

Booking Kong

Federalberghi, singoli albergatori, Airbnb: tutti attaccano il gigante blu

Ma è davvero booking il nemico o dovremmo guardarci da minacce peggiori?

Per prima cosa mi scuso per l’assenza ma durante il mese di febbraio non ho praticamente alzato la testa dalla scrivania per preparare tutti gli eventi dell’anno.

Tra il consueto Road Show e la stagione di fiere che sta per cominciare, anche il 2017 è partito a tutta velocità e non sono riuscito a trovare il tempo per pubblicare il mio consueto articolo mensile. Mea culpa.

Nonostante questo, come sempre, ho trascritto su una nota del mio fedele iphone gli spunti più interessanti che ho raccolto in giro per l’Italia e pochi giorni fa mi stavo apprestando a mettere insieme un bel post di attualità.

Ma le cose sono andate diversamente.

Infatti, nelle ultime settimane, sul gruppo Albergatore Pro è divampata una nuova ondata di domande e ipotesi macchiavelliche sul futuro delle prenotazioni on-line e di booking in particolare.

C’è chi pensa che siamo vicini alla fine di un era, chi si prepara ad un’avventurosa estate fuori pista in disparity rate e chi si dice certo che airbnb sia ormai pronto a prendersi la corona.

Così, fedele al mio ruolo di Indiana Jones degli hotel della penisola, ho deciso di mettere l’esperienza di mille avventure al servizio dei miei lettori, prima che qualcuno si faccia male.

Per farlo, ho preso spunto dall’ultimo film che ho visto al cinema, perché contiene una lezione che ritengo molto utile per fare chiarezza sull’attuale scenario delle prenotazioni on-line.

Quindi, tieniti forte, stiamo per decollare alla volta di Skull Island… (se hai intenzione di vedere il film Kong fermati qui perché stai per entrare in area spoiler)

Nato a Rimini da una famiglia di albergatori, sono appassionato di sport, viaggi e tutto ciò che riguarda il marketing. Aiuto gli hotel ad ottimizzare l’organizzazione e incrementare il fatturato attraverso il software gestionale. Negli anni ho seguito personalmente lo sviluppo di oltre 200 hotel in Italia e all’estero

L’all-in-one che fa la differenza

Secret offerPerchè ti serve un software all-in-one per il tuo hotel?

Leggi qui e scopri come un unico sistema può fare la differenza da SUBITO

Anche ottobre è andato. Negli ultimi due mesi sono stato un pò assente dal blog perchè, come avevo anticipato, sono stato in giro per l’italia a presentare la nuova versione del software suite 4.

A prescindere dai risultati commerciali che si misureranno nel tempo, (ma se il buon giorno si vede dal mattino posso già dire che le novità sono state molto apprezzate) considero sempre molto interessante confrontarmi con gli albergatori per condividere bilanci e previsioni con chi sta sul campo ogni giorno.

Per riassumere possiamo archiviare l’estate del 2014 come una delle più piovose degli ultimi anni, con il meteo che ha rappresentato un ulteriore fattore destabilizzante per una categoria che sempre di più si sta spaccando in due tronconi.

Da una parte i più reattivi al cambiamento che cercano continuamente nuove strategie per sfruttare al massimo la tecnologia e le opportunità offerte dal web, dall’altra i cosiddetti albergatori “vecchia scuola” che fanno una gran fatica a resistere sul mercato di oggi…

Nato a Rimini da una famiglia di albergatori, sono appassionato di sport, viaggi e tutto ciò che riguarda il marketing. Aiuto gli hotel ad ottimizzare l’organizzazione e incrementare il fatturato attraverso il software gestionale. Negli anni ho seguito personalmente lo sviluppo di oltre 200 hotel in Italia e all’estero

Proteggi il tuo brand (e i tuoi clienti)

DifendersiOgni giorno chi cerca il tuo hotel su google finisce in pasto alle OTA

Cosa puoi fare per smettere di PAGARE commissioni sui TUOI clienti?

Per introdurre l’argomento di cui ti voglio parlare oggi ho deciso di cominciare con un esempio pratico che può aiutarti ad inquadrare più velocemente il problema.

Immagina un cliente che arriva nella tua città ed è interessato al tuo hotel perchè un amico gliene ha parlato bene. Diciamo che il nostro cliente ha deciso di partire all’ultimo momento e non ha chiamato per prenotare.

Una volta arrivato in città da un occhiata alle indicazioni stradali e le segue fino alla meta. Il problema è che non arriva al tuo hotel, ma all’ufficio dell’agenzia viaggi locale che si è comprata le insegne con il nome del tuo hotel per attirare i clienti che lo cercano.

Che effetto ti farebbe? Sono sicuro che ti arrabbieresti a morte e chiameresti subito sindaco, carabinieri, vigili urbani e pompieri pur di risolvere la questione.

Se pensi che l’esempio che ti ho appena fatto sia assurdo ti consiglio di  continuare a leggere perchè potresti scoprire che la cosa sta capitando anche a te ogni giorno da chissà quanto tempo..

Nato a Rimini da una famiglia di albergatori, sono appassionato di sport, viaggi e tutto ciò che riguarda il marketing. Aiuto gli hotel ad ottimizzare l’organizzazione e incrementare il fatturato attraverso il software gestionale. Negli anni ho seguito personalmente lo sviluppo di oltre 200 hotel in Italia e all’estero

7 tecniche efficaci e testate per disintermediare

Catena spezzata

Come puoi ottenere una disintermediazione del 25% in soli 12 mesi?

Applica subito 7 tecniche efficaci già testate dai miei clienti

DISINTERMEDIARE, DIS-IN-TER-ME-DIA-RE, D-I-S-I-N-T-E-R-M-E-D-I-A-R-E. E’ il mantra del momento.  Ora che il revenue management è stato digerito dalla massa critica, c’è un nuovo obiettivo  da raggiungere e gli albergatori si trovano nuovamente bombardati da consulenti ed esperti vari.

Chiariamoci, dal punto di vista commerciale è una cosa positiva. Il mercato si evolve ed è giusto cambiare strategie per ottenere il massimo rendimento dalla propria attività. Il problema come sempre è dato dalla troppa superficialità con cui vengono affrontati certi argomenti.

Ti faccio un esempio: se provi a digitare su google  “tecniche di disintermediazione hotel” nei risultati della prima pagina troverai siti di società ed esperti più o meno autorevoli che condividono i loro suggerimenti.

In ognuna delle pagine e/o articoli di blog noterai sicuramente un taglio specifico che serve per far risaltare l’importanza dei vari siti, booking engine e servizi di posizionamento commercializzati dagli autori dei testi. Fa parte del gioco.

Ciò che invece mi spaventa e rischia di diventare controproducente è che l’insieme di strumenti e regole proposti come soluzione al problema, in realtà sono soltanto il punto di partenza del lavoro che un albergatore deve fare se vuole disintermediare..

Nato a Rimini da una famiglia di albergatori, sono appassionato di sport, viaggi e tutto ciò che riguarda il marketing. Aiuto gli hotel ad ottimizzare l’organizzazione e incrementare il fatturato attraverso il software gestionale. Negli anni ho seguito personalmente lo sviluppo di oltre 200 hotel in Italia e all’estero

Vendere al telefono

Vendere al telefono in hotel

In Italia il totale dei costi di commissione è cresciuto del 18% dal 2008

Scopri le tecniche per vendere al telefono e SMETTI di regalare soldi alle OTA

Se c’è una specialità nella quale gli albergatori italiani sono veramente  “campioni del mondo” è lamentarsi.

Certo, visti i tempi, se consideriamo i dati relativi a fatturato e margini, ci sono buone ragioni per farlo.

Quello che invece NON  è ragionevole, è continuare a lamentarsi di problemi che neppure si tenta di risolvere.

E’ un fatto che con l’aumento delle prenotazioni dalle OTA stiano crescendo anche i costi di commissione, ma è altrettanto vero che pochissimi albergatori hanno adottato strategie concrete per contrastare il fenomeno.

Numeri dalla strada

Normalmente visito per lavoro una media di 50 hotel all’anno e, anche se la maggior parte sono già miei clienti, mi capita di soggiornare in hotel che non conosco e valutarne i metodi.

Dopo aver dato un occhiata alla tariffa e alle recensioni sui portali, di solito chiamo per concludere la prenotazione telefonicamente. Mi comporto in questo modo per diversi motivi:

  • Se l’hotel è un potenziale cliente penso che prenotare direttamente e far risparmiare  le commissioni sia il miglior modo per iniziare la collaborazione.
  • Trattare al telefono con gli addetti al ricevimento mi permette di farmi una prima impressione abbastanza attendibile sull’attitudine commerciale dell’hotel.
  • Dopo aver perso tutti i punti sulla patente per ben 2 volte mi piace assicurarmi che non ci siano ZTL da attraversare per raggiungere la struttura 😛

Sarò sincero, i risultati sono desolanti.  Delle 13 nuove strutture che ho visitato quest’anno solo 4 mi hanno incentivato a prenotare direttamente, 5 mi hanno detto che era indifferente prenotare sul portale o al telefono e 4 mi hanno addirittura invitato a prenotare sul portale per essere sicuro di aver la miglior tariffa..

Nato a Rimini da una famiglia di albergatori, sono appassionato di sport, viaggi e tutto ciò che riguarda il marketing. Aiuto gli hotel ad ottimizzare l’organizzazione e incrementare il fatturato attraverso il software gestionale. Negli anni ho seguito personalmente lo sviluppo di oltre 200 hotel in Italia e all’estero

VUOI OTTENERE IL MASSIMO DAL TUO HOTEL?

Scarica ORA le risorse GRATUITE!

Inserisci un tuo indirizzo valido e scoprirai nelle prossime puntate:

  • Come gestire i prezzi delle camere
  • Quali software ti servono per vendere di più
  • Perchè Instagram è uno strumento perfetto per il marketing del tuo hotel

VUOI OTTENERE IL MASSIMO DAL TUO HOTEL?

Scarica ORA le risorse GRATUITE!

Inserisci un tuo indirizzo valido e scoprirai nelle prossime puntate:

  • Come gestire i prezzi delle camere
  • Quali software ti servono per vendere di più
  • Perchè Instagram è uno strumento perfetto per il marketing del tuo hotel